Capire i profumi - la piramide olfattiva

Capire i profumi - la piramide olfattiva

Come nasce un profumo?

Il punto di partenza sono sempre le materie prime. Ma per realizzare una buona fragranza non basta scegliere gli ingredienti giusti: bisogna saperli combinare tra loro.

Per realizzare una composizione olfattiva piacevole ed equilibrata diventa allora indispensabile conoscere i profumi e le loro classificazioni.

A partire dal 1800 si è soliti catalogare i profumi in base ad un criterio strettamente musicale.
Ogni profumo viene così scomposto in “note” che si differenziano in base al grado di volatilità dell’olio essenziale che lo compone, ovvero alla sua velocità di evaporazione a contatto con l’aria.

Una rappresentazione molto efficace delle note che compongono una fragranza è la piramide olfattiva. Gli ingredienti vengono disposti sui tre livelli della piramide in base al loro grado di evaporazione. Questo espediente grafico consente così di illustrare non solo l’evoluzione del profumo dal momento in cui viene vaporizzato, ma soprattutto la sua persistenza nel tempo.

Scopriamo allora come funziona la piramide olfattiva.


Procedendo dall’alto verso il basso, possiamo distinguere tre tipi di note:

Note di testa (durata fino ad alcuni minuti)

Si tratta di essenze leggere e molto volatili. Sono le prime che vengono percepite e anche le prime ad evaporare. Questo loro carattere immediato e fugace le rende però estremamente dinamiche, energizzanti e stimolanti. Servono a catturare l’attenzione e coinvolgere i sensi, e quindi contribuiscono a creare la prima, decisiva, impressione di una fragranza.  

Tra le note di testa possiamo trovare molte essenze agrumate come limone, arancio, mandarino, bergamotto, ma anche zenzero, eucalipto e lavanda. Inoltre fanno parte di questa classe gli oli tratti da alcune piante aromatiche come timo, salvia e rosmarino.

Note di cuore (durata fino a qualche ora)

Sono le note intermedie che si percepiscono immediatamente dopo quelle di testa. Queste essenze piene, avvolgenti e sensuali hanno una persistenza media ed agiscono a livello emozionale, contribuendo a risvegliare sensazioni profonde. Costituiscono il carattere dominante della fragranza.

Le note di cuore possono essere fruttate (pesca) o fiorite (rosa, mughetto, fresia, tuberosa, camomilla, gelsomino e ylang ylang), ma possono anche evocare una natura verdeggiante o i profumi dell’oceano.


Note di fondo (durata fino a qualche giorno)

Sono le note che vengono percepite per ultime. Al contrario delle note di testa, esse emergono più lentamente perchè più pesanti ed evaporano altrettanto gradualmente. Grazie alla loro lunga persistenza costituiscono l’anima e la “personalità” di una fragranza che ci accompagna a lungo nel tempo.
Hanno un aroma ricco, intenso e speziato alcune note legnose quali incenso, patchouli, cedro e sandalo. Altre note di fondo sono l’iris e l’eliotropio, dalle sfumature cipriate e dall’inconfondibile aroma di vaniglia, ma anche caramello, cacao e caffè, così come le essenze di cuoio, muschio e betulla.

La persistenza di queste note le rende perfette per stabilizzare altre essenze più volatili, mentre a livello percettivo sono usate soprattutto per il loro effetto lenitivo e rilassante.

Le fragranze del catalogo Tailor Made Fragrance sono formulate da esperti fragranzieri secondo gli ultimi trend del mercato, e descritte con le relative piramidi olfattive per aiutarti nella scelta. Hai anche la possibilità di acquistare i kit di campionatura per provarle, e poter quindi scegliere quella più adatta alla tua linea di profumo personalizzata.

Esempio di piramide olfattiva del profumo The Venus - a catalogo Tailor Made Fragrance:

La piramide olfattiva - profumi personalizzati


Condividi su